Italian
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Adcetris (brentuximab vedotin) – Foglio illustrativo - L01XC12

Updated on site: 05-Oct-2017

Foglio illustrativo: informazioni per il paziente

Adcetris 50 mg polvere per concentrato per soluzione per infusione brentuximab vedotin

Medicinale sottoposto a monitoraggio addizionale. Ciò permetterà la rapida identificazione di nuove informazioni sulla sicurezza. Lei può contribuire segnalando qualsiasi effetto indesiderato riscontrato durante l’assunzione di questo medicinale. Vedere la fine del paragrafo 4 per le informazioni su come segnalare gli effetti indesiderati.

Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché contiene importanti informazioni per lei.

-Conservi questo foglio. Potrebbe aver bisogno di leggerlo di nuovo.

-Se ha qualsiasi dubbio, si rivolga al medico.

-Se si manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli nonelencati in questo foglio, si rivolga al medico. Vedere paragrafo 4.

Contenuto di questo foglio:

1.Cos’è Adcetris e a che cosa serve

2.Cosa deve sapere prima che le venga somministrato Adcetris

3.Come viene somministrato Adcetris

4.Possibili effetti indesiderati

5.Come conservare Adcetris

6.Contenuto della confezione e altre informazioni

1.Cos’è Adcetris e a che cosa serve

Adcetris contiene il principio attivo brentuximab vedotin, un medicinale anticancro, costituito da un anticorpo monoclonale legato a una sostanza destinata alla distruzione delle cellulecancerose. La sostanza viene rilasciata contro le cellule cancerose dall’anticorpo monoclonale. Un anticorpo monoclonale è una proteina che riconosce determinate cellule cancerose.

Adcetris è usato per il trattamento del linfoma di Hodgkin classico che:

-si ripresenta o non ha risposto ad un’infusione delle cellule staminali sane provenienti dal suo organismo (trapianto autologo di cellule staminali), oppure

-si ripresenta o non ha mai risposto ad almeno due terapie precedenti e quando non si può ricevere una combinazione aggiuntiva di trattamenti anticancro, o essere sottoposti ad un

trapianto autologo di cellule staminali.

Il linfoma di Hodgkin classico esprime proteine specifiche sulla superficie delle cellule, che sono diverse da quelle del linfoma di Hodgkin non classico.

Adcetris è utilizzato anche per ridurre le probabilità che il linfoma di Hodgkin classico si manifesti nuovamente dopo un trapianto autologo di cellule staminali in pazienti con determinati fattori di rischio.

Adcetris è utilizzato per il trattamento del linfoma anaplastico a grandi cellule sistemico, riscontrato nei linfonodi e/o in qualunque altra parte dell’organismo, che:

-non ha risposto ad altri tipi di terapie anticancro, oppure

-si ripresenta dopo un precedente trattamento anticancro.

Il linfoma di Hodgkin e il linfoma anaplastico a grandi cellule sistemico sono entrambi tipi di cancro che colpiscono i globuli bianchi.

2. Cosa deve sapere prima che le venga somministrato Adcetris

Non usi Adcetris

-se è allergico a brentuximab vedotin o ad uno qualsiasi degli altri componenti di questo medicinale (elencati al paragrafo 6).

-se assume attualmente bleomicina, un medicinale anticancro.

Avvertenze e precauzioni

Quando riceve questo medicinale per la prima volta e durante il ciclo di trattamento, informi il medico se:

-avverte confusione, trova difficile concentrarsi, ha perdita di memoria, ha vista offuscata o perdita della vista, si sente mancare le forze, ha minore controllo o sensibilità in un braccio o in una gamba, nota cambiamenti nell’andatura, o perdita di equilibrio, poiché possono essere sintomi di un disturbo cerebrale grave e potenzialmente fatale chiamato leucoencefalopatia multifocale progressiva (PML). Se ha questi sintomi prima del trattamento con questo medicinale, informi immediatamente il medico di qualunque cambiamento in tali sintomi. Informi del trattamento che sta seguendo anche il/la partner o la persona che la assiste, poiché essi possono notare sintomi di cui lei non è consapevole.

-ha dolore allo stomaco grave e persistente, con o senza nausea e vomito, poiché questi possono essere sintomi di una condizione seria e potenzialmente fatale nota come pancreatite (infiammazione del pancreas)

-ha affanno o tosse di nuova insorgenza o in peggioramento, poiché questi possono essere

sintomi di una complicanza polmonare grave e potenzialmente fatale (tossicità polmonare)

-sta assumendo, o ha assunto in passato, medicinali in grado di influire sul sistemaimmunitario, come medicinali chemioterapici o immunosoppressori

-ha, o pensa di avere, un’infezione. Alcune infezioni possono essere gravi ed essere dovute a virus, batteri o altre cause potenzialmente fatali

-avverte un sibilo quando respira (ansima)/ha difficoltà a respirare, ha orticaria, prurito o gonfiore (segni di una reazione correlata all’infusione). Per informazioni più dettagliate, vedere “Reazioni correlate all’infusione”, paragrafo 4.

-ha problemi nella modifica della sensibilità della pelle, particolarmente di mani o piedi, come intorpidimento, formicolio, sensazione di bruciore, dolore, malessere o debolezza (neuropatia)

-ha mal di testa, avverte stanchezza, ha capogiri, pallore (anemia) o sanguinamento inconsueto o comparsa di lividi sotto la pelle, sanguinamento più lungo del solito dopo i prelievi, oppure sanguinamento delle gengive (trombocitopenia)

-avverte brividi o tremiti, o una sensazione di calore; si misuri la temperatura, poiché potrebbe avere la febbre. Una febbre accompagnata da unariduzione dei globuli bianchi può indicare una grave infezione

-avverte capogiri, urina di meno, ha confusione, vomito, nausea, gonfiore, respiro corto o disturbi del ritmo del cuore (potrebbe trattarsi di una complicazione potenzialmente fatale, chiamata sindrome da lisi tumorale)

-ha sintomi simil-influenzali, seguiti da un’eruzione cutanea dolorosa rossa o violacea, che si diffonde con la comparsa di vesciche, incluso esteso distaccamento della pelle potenzialmente fatale (potrebbe trattarsi di una grave reazione della pelle, chiamata sindrome di Stevens-Johnson e necrolisi epidermica tossica)

-ha dolore allo stomaco, nausea, vomito, stitichezza di nuova insorgenza o in peggioramento, poiché questi possono essere sintomi di una complicanza allo stomaco o all’intestino grave e potenzialmente fatale (complicanze gastrointestinali)

-presenta delle anomalie alle analisi dei test di funzionalità epatica, poiché questo potrebbe essere collegato a un danno al fegatograve e potenzialmente fatale (epatotossicità). Se prima di iniziare a prendere Adcetris soffriva già di una malattia al fegato o aveva qualche altra malattia o attualmente sta prendendo altri medicinali, ciò potrebbe aumentare il rischio di danni al fegato.

-avverte stanchezza, urina di frequente, ha più sete del solito, ha più appetito ma perde peso senza volerlo, o si sente irritabile (iperglicemia)

-soffre di problemi ai reni o al fegato.

Il medico eseguirà prelievi di sangue periodici, per verificare che ricevere questo medicinale sia sicuro per lei.

Altri medicinali e Adcetris

Informi il medico se sta assumendo, ha recentemente assunto qualsiasi altro medicinale, o se inizia ad assumerne di nuovi. Questo comprende preparati a base di erbe e altri medicinali acquistabili senza prescrizione del medico.

Gravidanza, allattamento e fertilità

Lei e il/la suo/a partner dovete usare due misure contraccettive efficaci durante il trattamento con questo medicinale. Le donne devono continuare ad usare contraccezione per 6 mesi dopo l’ultima dose di Adcetris.

Non usi questo medicinale se è in gravidanza, a meno che non decida insieme al medico che il beneficio per lei supera il potenziale rischio per il feto.

È importante informare il medico, prima e durante il trattamento, se è in corso una gravidanza, se sospetta o se sta pianificando una gravidanza.

Se sta allattando con latte materno, discuta con il medico se è opportuno per lei assumere questo medicinale.

Agli uomini in trattamento con questo medicinale si consiglia di richiedere il congelamento e la conservazione di campioni di sperma prima del trattamento. Si consiglia agli uomini di non concepire durante il trattamento con questo medicinale e fino a 6 mesi dopo ’ultimal dose del medicinale.

Guida di veicoli e utilizzo di macchinari

Il trattamento può influenzare la capacità di guidare veicoli o di utilizzare macchinari. Se avverte malessere durante il trattamento, non guidi veicoli e non utilizzi macchinari.

Adcetris contiene sodio

Questo medicinale contiene un massimo di 2,1 mmol (o 47 mg) di sodio per ogni dose. Ciò deve essere preso in considerazione dai pazienti che seguono una dieta con controllo di sodio.

3.Come viene somministrato Adcetris

Se ha dubbi sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico o all’infermiere che le somministra il medicinale per infusione.

Dose e frequenza

La dose di questo medicinale dipende dal peso corporeo. La dose iniziale usuale di Adcetris è

1,8 mg/kg, somministrata una volta ogni 3 settimane per non più di un anno. Il medico può ridurre la dose iniziale a 1,2 mg/kg se lei ha problemi al rene o al fegato.

Adcetris deve essere somministrato solo a soggetti adulti. Non deve essere usato nei bambini.

Come viene somministrato Adcetris

Questo medicinale è somministrato in vena (per via endovenosa), per infusione. Viene somministrato dal medico o dall’infermiere in un periodo di 30 minuti. Il medico o l’infermiere, inoltre, la terrà sotto controllo durante e dopo l’infusione.

Se ha qualsiasi dubbio sull’uso di questo medicinale, si rivolga al medico.

4.Possibili effetti indesiderati

Come tutti i medicinali, questo medicinale può causare effetti indesiderati sebbene non tutte le persone li manifestino.

Reazioni correlate all’infusione

Questo tipo di medicinali (anticorpi monoclonali) possono causare reazioni correlate all’infusione, come:

-eruzione cutanea

-respiro corto

-difficoltà respiratorie

-tosse

-senso di oppressione toracica

-febbre

-mal di schiena

-brividi

-mal di testa

-avere la sensazione di stare male (nausea) o stare male (vomito).

Le reazioni correlate all’infusione di questo medicinale interessano più di 1 persona su 10.

In generale, questi tipi di reazioni si verificano in un periodo compreso fra qualche minuto e diverse ore dal termine dell’infusione. Tuttavia, possono insorgere anche varie ore dopo il termine dell’infusione, ma questo non è comune. Tali reazioni correlate all’infusione (note come reazioni anafilattiche) possono essere gravi, o persino fatali. Non è noto quanto frequentemente tali reazioni correlate all’infusione di questo medicinale siano gravi o fatali.

Le potrebbero essere somministrati altri medicinali, come

-antistaminici, corticosteroidi o paracetamolo

per aiutare ad alleviare qualsiasi reazione di cui sopra, se lei ha già avuto reazioni simili quando le è stato somministrato un medicinale di questo tipo.

Se pensa di avere avuto una reazione simile in passato, informi il medico PRIMA che le venga somministrato questo medicinale.

Se sviluppa reazioni correlate all’infusione (come indicato sopra), il medico potrebbe sospendere l’infusione e avviare un trattamento di supporto.

Se l’infusione viene ripresa, il medico può prolungare il tempo di infusione, affinché lei possa tollerarla meglio.

Informi immediatamente il medico se nota uno dei seguenti sintomi, che in alcuni casi possono indicare una condizione grave o possibilmente fatale:

-sintomi di una leucoencefalopatia multifocale progressiva, come confusione, difficoltà di concentrazione, perdita di memoria, vista offuscata o perdita della vista, spossatezza, minore controllo o sensibilità in un braccio oin una gamba, cambiamenti nell’andatura, o perdita di equilibrio (per informazioni più dettagliate, vedere paragrafo 2). La frequenza di questa condizione non può essere stimata in base ai dati disponibili.

-sintomi di infiammazione del pancreas (pancreatite) quali mal di stomaco grave e persistente, con o senza nausea e vomito (interessa meno di 1 persona su100)

-affanno o tosse (interessa più di 1 persona su 10)

-sintomi simil-influenzali seguiti da eruzione cutanea dolorosa rossa o violacea che si diffonde con la comparsa di vesciche, incluso esteso distaccamento della pelle (interessa meno di

1 persona su 1000)

-variazioni nei livelli di sensazione o sensibilità, particolarmente della pelle, intorpidimento, formicolio, malessere, sensazione di bruciore, debolezza o dolore delle mani o dei piedi

 

(neuropatia; interessa più di 1 persona su 10)

-

senso di debolezza (interessa più di 1persona su 10)

-stipsi (interessa più di 1 persona su 10)

-diarrea, vomito (interessa più di 1 persona su 10)

-brividi o tremiti (interessano più di 1 persona su 10)

-sensazione di stanchezza, urina frequente, aumento della sete, aumento dell’appetito con perdita di peso non intenzionale e irritabilità (possono essere segni di iperglicemia, che interessa meno di 1 persona su 10)

-sanguinamento inconsueto o comparsa di lividi sotto la pelle, sanguinamento più lungo del normale dopo i prelievi di sangue, o sanguinamento delle gengive (possono essere segni di

 

trombocitopenia, che interessa meno di 1 persona su 10)

-

mal di testa, capogiri, pallore (possono essere segni di anemia, che interessa meno di 1persona

 

su 10)

Lei potrebbe avere i seguenti effetti indesiderati:

Effetti indesiderati molto comuni (interessano più di 1 persona su 10)

-diminuzione dei livelli di globuli bianchi

-infezione del tratto respiratorio superiore

-perdita di peso

-infezione

-nausea

-dolore addominale

-prurito

-perdita o diradamento inconsueto di capelli

-dolore muscolare

-dolore articolare o articolazioni dolenti e gonfie

Effetti indesiderati comuni (interessano meno di 1 persona su 10)

-un’infezione nel sangue (sepsi) e/o shock settico (una forma di sepsi pericolosa per la vita) polmonite

-riduzione del livello di piastrine

-capogiri

-vesciche, che possono diventare croste o escare

-aumento del livello di zucchero nel sangue

-aumento dei livelli degli enzimi del fegato

Effetti indesiderati non comuni (interessano meno di 1 persona su 100)

-Sindrome da lisi tumorale - un disturbo potenzialmente fatale, che può causare capogiri, diminuzione dell’urina, confusione, vomito, nausea, gonfiore, respiro corto o disturbi del ritmo del cuore

-comparsa di placche dolenti, in rilievo, di color giallo-crema all’interno della bocca (candidosi)

-infezione da citomegalovirus (CMV) nuova o ricorrente

Effetti indesiderati rari (interessano meno di 1 persona su 1000)

-sindrome di Stevens-Johnson e necrolisi epidermica tossica - un raro disturbo grave che può causare sintomi simil-influenzali seguiti da un’eruzione cutanea dolorosa, rossa o violacea, che si diffonde con la comparsa di vesciche, incluso esteso distaccamento della pelle

Non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili). - Riduzione del numero dei globuli bianchi con febbre

Segnalazione degli effetti indesiderati

Se manifesta un qualsiasi effetto indesiderato, compresi quelli non elencati in questo foglio, si rivolga al medico. Lei può inoltre segnalare gli effetti indesiderati direttamente tramite il sistema nazionale di segnalazione riportato nell’Allegato V.

Segnalando gli effetti indesiderati lei può contribuire a fornire maggiori informazioni sulla sicurezza di questo medicinale.

5.Come conservare Adcetris

Tenere questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.

Non usi questo medicinale dopo la data di scadenza che è riportata sull’etichetta del flacone e sulla confezione dopo Scad. La data di scadenza si riferisce all’ultimo giorno di quel mese.

Flaconcino non aperto: Conservare in frigorifero (2°C-8°C). Non congelare.

Conservare il flaconcino nella confezione originale per proteggere il medicinale dalla luce.

Soluzione ricostituita/diluita: utilizzare immediatamente o conservare in frigorifero (2°C-8°C) e usare entro 24 ore.

Non usi questo medicinale se nota la presenza diparticelle o cambiamento di colore prima della somministrazione.

Non getti alcun medicinale nell’acqua di scarico e nei rifiuti domestici. Il medico o l’infermiere provvederà a smaltire questo medicinale. Questo aiuterà a proteggere l’ambiente.

6. Contenuto della confezione e altre informazioni

Cosa contiene Adcetris

-Il principio attivo è brentuximab vedotin. Ogni flaconcino contiene 50mg di brentuximab vedotin. Dopo la ricostituzione, ogni ml di soluzione contiene5 mg di Adcetris.

-Gli altri componenti sono acido citrico monoidrato, sodio citrato diidrato, α,α-trealosio diidrato e polisorbato 80. Per ulteriori informazioni sul sodio, vedere paragrafo 2.

Descrizione dell’aspetto di Adcetris e contenuto della confezione

Adcetris è una polvere o polvere compattata per concentrato per soluzione per infusione, di colore da bianco a biancastro, fornita in un flaconcino di vetro.

Ogni confezione di Adcetris consiste di un singolo flaconcino.

Titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio

Takeda Pharma A/S

Dybendal Alle 10

2630 Taastrup

Danimarca

Produttore

Takeda Austria GmbH

St. Peter-Straβe 25

A-4020 Linz

Austria

Delpharm Novara S.r.l.

Via Crosa, 86

28065 Cerano (NO)

Italia

Per ulteriori informazioni su questo medicinale, contatti il rappresentante locale del titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio:

België/Belgique/Belgien

Lietuva

Takeda Belgium

Takeda, UAB

Tel/Tél: +32 2 464 06 11

Tel: +370 521 09 070

takeda-belgium@takeda.com

lt-info@takeda.com

България

Luxembourg/Luxemburg

Такеда България

Takeda Belgium

Тел.: + 359 2 958 27 36;

Tel/Tél: +32 2 464 06 11

+ 359 2 958 15 29

takeda-belgium@takeda.com

Česká republika

Magyarország

Takeda Pharmaceuticals

Takeda Pharma Kft.

Czech Republic s.r.o.

Tel: +361 2707030

Tel: + 420 234 722 722

 

Danmark

Malta

Takeda Pharma A/S

Takeda Italia S.p.A.

Tlf: +45 46 77 11 11

Tel: +39 06 502601

Deutschland

Nederland

Takeda GmbH

Takeda Nederland bv

Tel: 0800 825 3325

Tel: +31 23 56 68 777

medinfo@takeda.de

nl.medical.info@takeda.com

Eesti

Norge

Takeda Pharma AS

Takeda Nycomed AS

Tel: +372 6177 669

Tlf: +47 6676 3030

 

infonorge@takeda.com

Ελλάδα

Österreich

TAKEDA ΕΛΛΑΣ Α.Ε

Takeda Pharma Ges.m.b.H.

Tηλ: +30 210 6387800

Tel: +43 (0) 800-20 80 50

gr.info@takeda.com

 

España

Polska

Takeda Farmacéutica España S.A

Takeda Polska Sp. z o.o

Tel: +34 917 14 99 00

tel. + 48 22 608 13 00

spain@takeda.com

 

France

Portugal

Takeda France

Takeda Farmacêuticos Portugal, Lda.

Tel. +33 1 46 25 16 16

Tel: + 351 21 120 1457

Hrvatska

România

Takeda Pharmaceuticals Croatia d.o.o.

Takeda Pharmaceuticals SRL

Tel: +385 1 377 88 96

Tel: +40 21 335 03 91

Ireland

Slovenija

Takeda Products Ireland Limited

Takeda GmbH, Podružnica Slovenija

Tel: +44 (0)1628 537 900

Tel: + 386 (0) 59 082 480

Ísland

Slovenská republika

Vistor hf.

Takeda Pharmaceuticals Slovakia s.r.o.

tel: +354 535 7000

Tel: +421 (2) 20 602 600

vistor@vistor.is

 

Italia

Suomi/Finland

Takeda Italia S.p.A.

Takeda Oy

Tel: +39 06 502601

Tel. +358 20 746 5000

 

infoposti@takeda.com

Κύπρος

Sverige

A. POTAMITIS MEDICARE LTD

Takeda Pharma AB

Tηλ: +357 22583333

Tel: +46 8 731 28 00

info@potamitismedicare.com

infosweden@takeda.com

Latvija

United Kingdom

Takeda Latvia SIA

Takeda UK Ltd

Tel: +371 67840082

Tel: +44 (0)1628 537 900

Questo foglio illustrativo è stato aggiornato il

A questo medicinale è stata rilasciata un’autorizzazione “subordinata a condizioni”. Ciò significa che devono essere forniti ulteriori dati su questo medicinale.

L’Agenzia europea dei medicinali esaminerà almeno annualmente le nuove informazioni su questo medicinale e questo foglio illustrativo verrà aggiornato,se necessario.

Informazioni più dettagliate su questo medicinale sono disponibili sul sito web della Agenzia europea dei medicinali: http://www.ema.europa.eu.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Le informazioni seguenti sono destinate esclusivamente agli operatori sanitari:

Istruzioni per la ricostituzione

Ogni flaconcino monouso deve essere ricostituito con 10,5 ml di acqua per preparazioni iniettabili fino a una concentrazione finale di 5 mg/ml. Ogni flaconcino contiene un eccesso del 10%, risultante in

55 mg di Adcetris per flaconcino e in un volume totale ricostituito di 11 mL.

1.Dirigere il flusso verso la parete del flaconcino e non direttamente sulla polvere

2.Ruotare delicatamente il flaconcino con movimento circolare per facilitare la dissoluzione. NON AGITARE.

3.La soluzione ricostituita all’interno del flaconcino è una soluzione da chiara a leggermente opalescente, incolore, con un pH finale di 6,6.

4.La soluzione ricostituita deve essere ispezionata visivamente, per escludere la presenza di particelle estranee e/o cambiamento di colore. Se si verifica uno dei casi suddetti, il medicinale deve essere gettato.

Preparazione della soluzione per infusione

Aspirare dal flaconcino (o flaconcini) l’esatto volume di Adcetris ricostituito e aggiungerlo ad una sacca per infusione contenente una soluzione di sodio cloruro 9 mg/ml (0,9%) per preparazioni iniettabili, per ottenere una concentrazione finale di 0,4-1,2 mg/ml di Adcetris.

Il volume di diluizione raccomandato è 150ml.

Dopo la ricostituzione, è anche possibile diluire Adcetris in destrosio 5% per preparazioni iniettabili, o Ringer lattato per preparazioni iniettabili.

Capovolgere piano la sacca per miscelare la soluzione contenente Adcetris. NON AGITARE.

Il medicinale eventualmente rimasto nel flaconcino, dopo il prelievo del volume da diluire, deve essere eliminato in conformità alla normativa locale vigente.

Non aggiungere altri medicinali alla soluzione per infusione di Adcetris preparata, o al set di infusione endovenosa. La linea di infusione deve essere lavata dopo la somministrazione, con una soluzione di sodio cloruro 9 mg/ml (0,9%) per preparazioni iniettabili, destrosio 5% per preparazioni iniettabili, o Ringer lattato per preparazioni iniettabili.

Dopo la diluizione, infondere immediatamente la soluzione di Adcetris, alla velocità di infusione raccomandata.

Il tempo di conservazione totale, dalla ricostituzione all’infusione, non deve superare 24 ore.

Smaltimento

Adcetris è esclusivamente monouso.

Il medicinale non utilizzato ed i rifiuti derivati da tale medicinale devono essere smaltiti in conformità alla normativa locale vigente.

Commenti

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
  • Aiuto
  • Get it on Google Play
  • Chi siamo
  • Info on site by:

  • Presented by RXed.eu

  • 27558

    Prescrizione farmaci elencati