Italian
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z

Arepanrix (split influenza virus, inactivated,...) – Riassunto delle caratteristiche del prodotto - J07BB02

Updated on site: 05-Oct-2017

Nome del farmacoArepanrix
Codice ATCJ07BB02
Principio Attivosplit influenza virus, inactivated, containing antigen* : A/California/7/2009 (H1N1)v like strain (X-179A) * produced in eggs
ProduttoreGlaxoSmithKline Biologicals S.A.

1. DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE

Arepanrix sospensione ed emulsione per emulsione iniettabile.

Vaccino influenzale pandemico (H1N1)v (virione frazionato, inattivato, adiuvato)

2. COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA

A seguito della miscelazione, 1 dose (0,5 ml) contiene:

Virus influenzale frazionato, inattivato, contenente l’antigene* equivalente a:

A/California/7/2009 (H1N1)v ceppo analogo (X-179A)

3,75 microgrammi**

*

**

propagato in uova emoagglutinina

Questo vaccino è conforme alla raccomandazione OMS e alla decisione EU per la pandemia.

 

autorizzato

Adiuvante AS03 composto di squalene (10,69 milligrammi), DL-α-tocoferolo (11,86 milligrammi) e

polisorbato 80 (4,86 milligrammi).

 

La sospensione e l’emulsione, una volta miscelati, costituiscono un vaccino multidose in un

flaconcino. Vedere paragrafo 6.5 per il numero delle dosi per flaconcino.

Eccipienti: il vaccino contiene 5 microgrammi di tiomersale.

Per l’elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.

 

 

non

più

3.

FORMA FARMACEUTICA

 

Sospensione ed emulsioneMedicinaleper emulsione iniettabile.

La sospensione è una sospensione con un colore che va da traslucido a bianco opalescente, che può presentare un leggero sedimento.

L’emulsione è un liquido biancastro omogeneo.

4. INFORMAZIONI CLINICHE

4.1Indicazioni terapeutiche

Profilassi dell’influenza in una situazione di pandemia dichiarata ufficialmente (vedere paragrafi 4.2 e 5.1).

Il vaccino per l’influenza pandemica deve essere impiegato in accordo con le Linee Guida ufficiali.

4.2Posologia e modo di somministrazione

Posologia

Le raccomandazioni relative al dosaggio tengono conto dei dati disponibili provenienti da:

Studi clinici in corso in soggetti sani che hanno ricevuto una singola dose di Arepanrix (H1N1),

Studi clinici in soggetti sani (inclusi gli anziani) che hanno ricevuto due dosi di una versione di Arepanrix contenente 3,75 µg di HA derivato dal ceppo A/Indonesia/05/2005 (H5N1),

Ed anche da:

Studi clinici in corso in soggetti sani che hanno ricevuto una singola dose o due dosi di un vaccino con AS03 contenente HA derivata da H1N1v prodotto utilizzando un processo differente

Studi clinici in soggetti sani che hanno ricevuto due dosi di un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H5N1 prodotto utilizzando un processo differente.

In alcuni gruppi di età i dati da studi clinici disponibili sono limitati (adulti di età tra i 60 e i 79 anni e bambini di età tra i 10 e i 17 anni), molto limitati (adulti di età pari o superiore a 80 anni, bambini di età tra i 6 mesi e i 9 anni) o non ci sono dati (bambini di età inferiore a 6 mesi) con un vaccino con AS03 contenente HA derivato dal ceppo H5N1 o dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente come dettagliato nei paragrafi 4.4, 4.8 e 5.1.

Adulti di età dai 18 ai 60 anni:

Una dose di 0,5 ml in una determinata data.

I dati di immunogenicità ottenuti a tre settimane dalla somministrazione di Arepanrix (H1N1) in studi

clinici suggeriscono che una dose singola possa essere sufficiente.

Anziani (>60 anni)

Se viene somministrata una seconda dose, deve intercorrereautorizzatoun intervallo di almeno tre settimane tra la prima e la seconda dose.

Una dose di 0,5 ml in una determinata data.

I dati di immunogenicità ottenuti in studi clinici a tre settimane dalla somministrazione di un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente suggeriscono che una dose singola possa essere sufficiente.

Se viene somministrata una seconda dose, deve intercorrere un intervallo di almeno tre settimane tra la

prima e la seconda dose.

non

più

Bambini e adolescenti da 10 a 17 anni

 

I dati di immunogenicità ottenuti in studi clinici a tre settimane dalla somministrazione di un vaccino

Una dose da 0,25 ml una determinata data.

con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente suggeriscono che il dosaggioMedicinalepuò essere in accordo a quanto raccomandato per gli adulti. Bambini dai 6 mesi ai 9 anni

Dati preliminari di immunogenicità ottenuti con un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente in un numero limitato di bambini con età compresa tra i 6 e i 35 mesi mostrano che si ottiene una ulteriore risposta immunitaria ad una seconda dose da 0,25 ml somministrata dopo un intervallo di tre settimane.

L’uso di una seconda dose deve tenere in considerazione le informazioni riportate nei paragrafi 4.4, 4.8 e 5.1.

Bambini di età inferiore ai 6 mesi

Attualmente la vaccinazione non è raccomandata in questo gruppo di età.

Si raccomanda che i soggetti che ricevono una prima dose di Arepanrix, devono completare il ciclo di vaccinazione con Arepanrix (vedere paragrafo 4.4).

Metodo di somministrazione

L’immunizzazione deve essere effettuata tramite iniezione intramuscolare preferibilmente nel muscolo deltoide o nella parte anterolaterale della coscia (a seconda della massa muscolare).

4.3Controindicazioni

Storia di una reazione anafilattica (cioè pericolosa per la vita) ad uno qualsiasi dei costituenti o tracce residue di questo vaccino (proteine delle uova e del pollo, ovoalbumina, formaldeide e sodio desossicolato). Se la vaccinazione è ritenuta necessaria devono essere immediatamente disponibili in caso di necessità idonee strutture per la rianimazione.

Vedere paragrafo 4.4 per Avvertenze speciali e precauzioni di impiego.

4.4 Avvertenze speciali e precauzioni di impiego

È necessaria cautela nella somministrazione di questo vaccino a persone con ipersensibilità nota (diversa dalla reazione anafilattica) al principio attivo, ad uno qualsiasi degli eccipienti, al tiomersale e ai residui (proteine delle uova e del pollo, ovoalbumina, formaldeide e sodio desossicolato).

Come con tutti i vaccini iniettabili, una supervisione e un trattamento medico appropriato devono essere sempre prontamente disponibili in caso di un raro evento anafilattico a seguito della somministrazione del vaccino.

Se la situazione pandemica lo consente, l’immunizzazione in pazienti con malattia febbrile grave o infezione acuta deve essere posticipata.

Arepanrix non deve essere somministrato in alcuna circostanzaautorizzatoper via intravascolare.

Non sono disponibili dati per la somministrazione di Arepanrix per via sottocutanea. Pertanto, le

persone responsabili della somministrazione del vaccino debbono valutare benefici ed i rischi potenziali della sua somministrazione in persone con trombocitopenia qualsiasi disturbo della coagulazione che possa controindicare la somministrazione per iniezione intramuscolare a meno che i benefici potenziali superino i rischi del sanguinamento.

 

 

 

più

Non ci sono dati sulla somministrazione di vaccini AS03-adiuvati prima o dopo la somministrazione di

altri tipi di vaccini influenzali ad utilizzo prepandemico o pandemico.

 

 

non

 

La risposta anticorpale in pazienti con immunosoppressione endogena o iatrogena può non essere

sufficiente.

 

 

 

Medicinale

 

 

Non tutti i vaccinati potrebbero manifestare una risposta immunitaria protettiva (vedere paragrafo 5.1).

Non sono disponibili dati sicurezza

immunogenicità dagli studi clinici con Arepanrix o con un

vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo

differente in bambini età inferiore

6 mesi. I dati disponibili da uno studio clinico con un vaccino

con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente in bambini sani di età compresa tra 10 17 anni sono limitati, i dati disponibili con il vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente in bambini sani di età compresa tra i 6 e i 35 mesi sono molto limitati e i dati relativi ad uno studio con una versione di un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H5N1 prodotto utilizzando un processo differente in bambini tra i 3 e i 9 anni di età, sono limitati.

Dati molto limitati con un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente in bambini con età compresa tra i 6 e i 35 mesi (N=51) che hanno ricevuto due dosi da 0,25 ml (metà della dose per adulti) con un intervallo di tre settimane tra le dosi indicano un aumento nei tassi delle reazioni al sito di iniezione e nei sintomi generali (vedere paragrafo 4.8). In particolare i tassi della febbre (temperature ascellare ≥38°C) possono aumentare in modo considerevole dopo la seconda dose. Pertanto, nei bambini piccoli (ad esempio fino a circa 6 anni di età), si raccomanda di monitorare la temperatura ed adottare delle misure per abbassare la febbre dopo ogni vaccinazione (ad esempio un farmaco antipiretico qualora si ritenga clinicamente necessario).

Sono limitati i dati provvenienti da studi clinici con un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente in adulti di età superiore a 60 anni e sono molto limitati i dati in adulti di età superiore a 80 anni.

Non esistono dati di sicurezza, di immunogenicità o di efficacia per supportare l’interscambiabilità di Pandemrix con altri vaccini pandemici H1N1.

4.5 Interazioni con altri medicinali ed altre forme di interazione

I dati ottenuti sulla co-somministrazione di un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente con un vaccino influenzale stagionale non adiuvato (Fluarix, un vaccino a virione frazionato) in adulti sani di età superiore a 60 anni non hanno suggerito alcuna interferenza significativa nella risposta immunitaria al vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v. La risposta immunitaria a Fluarix è stata soddisfacente.

La co-somministrazione non è stata associata a tassi più elevati di reazioni locali o sistemiche rispetto alla somministrazione del solo vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v.

Pertanto i dati indicano che Arepanrix può essere co-somministrato con i vaccini influenzali stagionali non adiuvati (con iniezioni effettuate in arti opposti).

I dati ottenuti a seguito della somministrazione di un vaccinoautorizzatoinfluenzale stagionale non adiuvato

(Fluarix, un vaccino a virione frazionato) tre settimane prima della somministrazione di una dose di un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente in adulti sani di età maggiore di 60 anni, non hanno evidenziat alcuna interferenza significativa nella risposta immunitaria al vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v. Pertanto, i dati indicano che Arepanrix può essere somministrato tre settimane dopo la somministrazione di vaccini influenzali stagionali non adiuvati.

Non ci sono dati sulla co-somministrazione di Arepanrixpiùcon altri vaccini.

Se viene presa in considerazione la co-somministrazione con un altro vaccino, l’immunizzazione deve

essere effettuata in arti separati. Si considerinonche le reazioni avverse possono intensificarsi.

e soprattutto dell’HTLV-1. In questi casi, il metodo Western blot è negativo. Questi risultati falsi- positivi transitori possono essere dovuti alla produzione delle IgM in risposta al vaccino.

La risposta immunologica può essere ridotta se il paziente segue un trattamento immunosoppressivo. A seguito della vaccinazioneMedicinaleinfluenzale, con il metodo ELISA si possono ottenere falsi positivi ai test sierologici per gli anticorpi del virus-1 dell’immunodeficienza umana (HIV-1), del virus dell’epatite C

4.6 Gravidanza e allattamento

Non vi sono attualmente dati disponibili sull’impiego di Arepanrix in gravidanza. Dati da donne in gravidanza vaccinate con vaccini differenti, per l’influenza stagionale, inattivati non-adiuvati non suggeriscono il verificarsi di malformazioni o di tossicità fetale o neonatale.

Gli studi negli animali con Arepanrix non indicano tossicità riproduttiva (vedere paragrafo 5.3).

L’impiego di Arepanrix può essere preso in considerazione durante la gravidanza se si ritiene che esso sia necessario, tenendo in conto le raccomandazioni ufficiali.

Arepanrix può essere somministrato in donne che allattano.

4.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull’uso di macchinari

Alcuni degli effetti elencati nel paragrafo 4.8 “Effetti Indesiderati” possono alterare la capacità di guidare veicoli o di usare macchinari.

4.8 Effetti indesiderati

Studi clinici

Le reazioni avverse riportate sono elencate secondo le seguenti frequenze.

Molto comune (≥1/10)

Comune (≥1/100, <1/10)

Non comune (≥1/1.000, <1/100)

Raro (≥1/10.000, <1/1.000)

Molto raro (<1/10.000)

Gli studi clinici hanno valutato l’incidenza delle reazioni avverse sotto elencate in circa 4.500 soggetti di 18 anni e più che hanno ricevuto una versione di Arepanrix contenente 3,75 microgrammi di HA derivata dal ceppo A/Indonesia/5/2005 (H5N1).

All’interno di ciascun gruppo di frequenza, gli effetti indesiderati sono presentati in ordine decrescente di gravità.

Patologie del sistema emolinfopoietico:

Non comune: linfoadenopatia

Disturbi psichiatrici:

Non comune: insonnia

Patologie del sistema nervoso:

 

 

 

autorizzato

Molto comune: cefalea

 

 

più

Non comune: vertigini, parestesia

 

 

 

Patologie dell’orecchio e del labirinto:

non

 

 

 

Non comune: vertigini

 

 

 

Patologie respiratorie, toraciche

 

 

 

mediastiniche:

 

 

Non comune: dispneaMedicinale

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo:

Patologie gastrointestinali:

Comune: nausea, diarrea

Non comune: dolore addominale, vomito, dispepsia, dolori di stomaco

Comune: sudorazione

Non comune: prurito, rash

Patologie del sistema muscoloscheletrico e del tessuto connettivo: Molto comune: dolore alle articolazioni, dolori muscolari

Non comune: mal di schiena, rigidità muscolare, dolore al collo, spasmi muscolari, dolore alle estremità

Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione: Molto comune: dolore al sito di iniezione, affaticamento

Comune: rossore al sito di iniezione, gonfiore al sito di iniezione, febbre, brividi

Non comune: reazioni al sito di iniezione (quali lividi, indurimento, prurito, calore), astenia, dolore al petto, malessere

Dati addizionali sulla reattogenicità sono disponibili da studi clinici in soggetti sani di vari gruppi di età a partire da 6 mesi che avevano ricevuto un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente. I dati disponibili sono i seguenti:

Adulti

Uno studio clinico ha valutato la reattogenicità della prima dose 0,5 mldi un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente in adulti sani di età tra i 18 e i 60 anni (N=120) e di età superiore a 60 anni (N=120). La frequenza delle reazioni avverse osservate in entrambi i gruppi di età è stata simile, ad eccezione del rossore (più frequente nei soggetti >60 anni) e di brividi e sudorazione (più frequenti nei soggetti di età tra i 18 e i 60 anni).

In uno studio clinico che ha valutato la reattogenicità in adulti sani di età tra i 18 e i 60 anni che hanno ricevuto due dosi 0,5 ml (a 21 giorni di differenza l’una dall’altra) di un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente, sono state riportate frequenze maggiori dei sintomi più comunemente indagati (quali affaticamento, cefalea, artralgia, brividi, sudorazione e febbre) dopo la seconda dose se confrontata con la prima dose.

Bambini di 10-17 anni di età

In uno studio clinico che ha valutato la reattogenicità in bambini di età tra i 10 e i 17 anni che hanno ricevuto due dosi da 0,5 ml (a 21 giorni di differenza l’una dall’altra) di un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente,non è stato osservato un aumento della reattogenicità dopo la seconda dose comparata con la prima dose. Sintomi gastrointestinali e brividi sono stati riportati con frequenze maggiori comparati con frequenze riportate da studi con un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H5N1 prodotto utilizzando un processo differente.

Bambini di 3-9 anni di età

autorizzato

 

In uno studio clinico che ha valutato la reattogenicità in bambini da 3 a 5 e da 6 a 9 anni di età che

avevano ricevuto una singola mezza dose da adulti (cioè 0,25ml) di un vaccino con AS03 contenente

 

 

 

più

 

HA derivata dal ceppo H1N1 prodotto utilizzando un processo differente, la frequenza per dose delle

seguenti reazioni avverse è stata come nella seguente tabella:

 

 

 

non

 

 

Reazioni Avverse

 

3-5 anni

6-9 anni

Dolore

 

60,0%

63,1%

Arrossamento

 

26,7%

23,1%

Gonfiore

 

21,7%

23,1%

Brividi

 

13,3%

10,8%

Sudorazione

 

10,0%

6,2%

Febbre >38°C

Medicinale

10,0%

4,6%

Febbre >39°C

 

1,7%

0,0%

Diarrea

 

5,0%

ND

Sonnolenza

 

23,3%

ND

Irritabilità

 

20,0%

ND

Perdita appetito

 

20,0%

ND

Artralgia

 

ND

15,4%

Mialgia

 

ND

16,9%

Affaticamento

 

ND

27,7%

Gastrointestinale

 

ND

13,8%

Cefalea

 

ND

21,5%

ND= non disponibile

 

 

 

 

Nessun dato risulta al momento disponibile sulla reattogenicità dopo una seconda dose di mezza dose da adulto (cioè 0,25 ml) di un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1 prodotto utilizzando un processo differente in bambini dai 3 ai 9 anni di età. Tuttavia, in un altro studio clinico che valutava la reattogenicità in bambini dai 3 ai 9 anni di età che hanno ricevuto due dosi da adulto (cioè 0,5 ml) ( a 21 giorni di distanza l’una dall’altra) di un vaccino con AS03 contenente HA

derivata dal ceppo H1N1 prodotto utilizzando un processo differente, c’è stato un aumento delle reazioni al sito di iniezione e dei sintomi generali dopo la seconda dose se confrontata con la prima.

Bambini di età tra i 6 e i 35 mesi.

In uno studio clinico che ha valutato la reattogenicità in bambini tra i 6 e i 35 mesi che hanno ricevuto due mezze dosi per adulti (cioè 0,25 ml) ( a 21 giorni di distanza l’una dall’altra)di un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente è stato osservato un aumento nelle reazioni al sito di iniezione e nei sintomi generali dopo la seconda dose comparata con la prima, in particolare nei tassi della febbre ascellare (≥38°C). La frequenza per-dose delle seguenti reazioni avverse era come riportato nella seguente tabella:

Reazioni avverse

Dopo la 1a dose

Dopo la 2a dose

Dolore

31,4%

 

41,2%

Rossore

19,6%

 

29,4%

Gonfiore

15,7%

 

23,5%

Febbre (≥38°C) ascellare

5,9%

 

43,1%

Febbre (≥39°C) ascellare

0,0%

 

3,9%

Sonnolenza

7,8%

 

35,3%

Irritabilità

21,6%

 

37,3%

Perdita di appetito

9,8%

autorizzato

39,2%

 

 

 

La reattogenicità è stata anche valutata in adulti sani dai 18 ai 60 anni di età che hanno ricevuto una prima dose 0,5 ml o di Arepanrix (H1N1) (N=167) o un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente (N=167). La frequenza delle reazioni avverse era simile tra i due gruppi.

 

 

 

più

Sorveglianza successiva alla commercializzazione (post-marketing)

 

 

 

non

 

Vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo

differente

Medicinale

 

 

 

 

 

 

In aggiunta alle reazioni avverse riportate negli studi clinici, le seguenti reazioni avverse sono state riportate durante l’esperienza post-marketing con un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente:

Disturbi del sistema immunitario

Anafilassi, reazioni allergiche

Patologie del sistema nervoso

Convulsioni febbrili

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo

Angioedema, reazioni generalizzate della pelle, orticaria

Vaccini interpandemici trivalenti

A seguito della sorveglianza post-marketing con vaccini trivalenti interpandemici, sono stati riportati anche i seguenti effetti indesiderati:

Raro:

Nevralgia, trombocitopenia transitoria.

Molto raro:

Vasculite con coinvolgimento renale transitorio.

Disturbi neurologici, quali encefalomielite, neurite e sindrome di Guillain Barré.

Questo medicinale contiene tiomersale (un composto organomercuriale) come conservante e pertanto è possibile che si verifichino reazioni di sensibilizzazione (vedere paragrafo 4.4).

4.9 Sovradosaggio

Non sono stati riportati casi di sovradosaggio.

5. PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

5.1 Proprietà farmacodinamiche

Categoria farmacoterapeutica: Vaccino influenzale, codice ATC: J07BB02

Questo medicinale è stato autorizzato in uno schema cosiddetto “Approvazione condizionata”. Ciò significa che devono essere fornite ulteriori prove su questo medicinale.

L’Agenzia Europea dei Medicinali (EMEA) esaminerà regolarmente qualsiasi nuova informazione su questo medicinale e questo Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto (RCP) verrà aggiornato, se necessario.

Uno studio clinico con Arepanrix (H1N1) ha fornito dati limitatiautorizzatodi sicurezza e di immunogenicità

ottenuti fino a tre settimane dopo la somministrazione di una dose singola di 0,5 ml in adulti sani di età tra i 18 e i 60 anni.

Attualmente, gli studi clinici con un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente forniscono:

Dati limitati di sicurezza e immunogenicità ottenuti tre settimane dopo la somministrazione di

 

una singola dose in adulti sani di età tra i 18 epiù79 anni.

Dati limitati di sicurezza e immunogenicità ottenuti dopo la somministrazione di due dosi in adulti sani di età tra i 18 e i 60 anni.

Dati molto limitati di sicurezza e immunogenicità ottenuti tre settimane dopo lanon

somministrazione una singola dose in adulti sani di età superiore a 80 anni.

Dati limitati di immunogenicità ottenuti tre settimane dopo la somministrazione di una singola

dose di 0,25 ml o 0,5 ml bambini sani dai 10 ai 17 anni.

Dati limitati di sicurezza ottenuti dopo la somministrazione di 0,25 ml o di due dosi da 0,5 ml di bambini sani di età dai 10 ai 17 anni.

Dati molto limitatiMedicinalesicurezza immunogenicità ottenuti tre settimane dopo una singola

Dati molto limitati

sicurezza immunogenicità ottenuti tre settimane dopo una singola

 

somministrazione

mezza dose da adulti (cioè 0,25 ml) in bambini sani tra i 3 e i 9 anni.

somministrazione di metà della dose da adulti (cioè 0,25 ml) in bambini sani tra i 6 e i 35 mesi.

Studi clinici con una versione di Arepanrix contenente 3,75 µg di HA derivato dal ceppo A/Indonesia/05/2005 (H5N1) hanno fornito dati di sicurezza e di immunogenicità negli adulti sani, inclusi gli anziani.

Risposta immunitaria ad Arepanrix (H1N1) negli adulti di età compresa tra i 18 e i 60 anni:

In uno studio clinico che ha valutato l’immunogenicità negli adulti sani con età compresa tra i 18 e i 60 anni che hanno ricevuto Arepanrix (H1N1) (N=167) o un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente (N=167), le risposte anticorpali anti-HA 21 giorni dopo la prima dose sono state le seguenti:

ne 3
1tasso di sieroprotezione: quota di soggetti con titolo di inibizione dell’emoagglutinazione (HI: haemagglutination inhibition) ≥1:40;
2tasso di sieroconversione: quota di soggetti che erano o sieronegativi alla pre-vaccinazione e con un titolo protettivo post-vaccinazione ≥1:40, oppure sieropositivi alla pre-vaccinazione e con un incremento del titolo di 4 volte;
3fattore di sieroconversione: rapporto tra la media geometrica dei titoli post-vaccinazione (GMT) e la media geometrica dei titoli pre-vaccinazione GMT.
Anziani (> 60 anni)
10
Adulti tra i 18 e i 60 anni

Anticorpi anti-HA

Risposta immunitaria al ceppo A/California/7/2009 (H1N1)v-

 

 

equivalente

 

Arepanrix (H1N1)

vaccino con AS03 contenente HA

 

N=164

derivata dal ceppo H1N1v prodotto

 

 

utilizzando un processo differente

 

 

N=164

Tasso di sieroprotezione 1

100%

97,6%

Tasso di sieroconversione 2

97,6%

93,9%

Fattore di sieroconversione 3

41,5

32,0

1tasso di sieroprotezione: quota di soggetti con titolo di inibizione dell’emoagglutinazione (HI: haemagglutination inhibition) ≥1:40;

2tasso di sieroconversione: quota di soggetti che erano o sieronegativi alla pre-vaccinazione e con un titolo protettivo post-vaccinazione ≥1:40, oppure sieropositivi alla pre-vaccinazione e con un incremento del titolo di 4 volte;

3fattore di sieroconversione: rapporto tra la media geometrica dei titoli post-vaccinazione (GMT) e la media geometrica dei titoli pre-vaccinazione GMT.

 

 

 

 

autorizzato

Anticorpo

 

Risposta immunitaria ad A/California/7/2009 (H1N1)v-equivalente

anti-HA

 

 

D-Pan H1N1-007

 

D-Pan H1N1-008

 

21 giorni dopo la 1a dose

21 giorni dopo la 2a dose

21 giorni dopo la 1a dose

 

 

 

 

 

 

più

 

 

 

 

Soggetti

 

Soggetti

Soggetti

Soggetti

Soggetti

Soggetti

 

arruolati

 

sieronegat

arruolati

sieronegati

arruolati totali

sieronegativi

 

totali

 

ivi prima

totali

vi prima

N=120

prima della

 

N=60

 

della

non

 

della

[95% IC]

vaccinazione

 

 

 

N=59

 

[95% IC]

 

vaccinazio

[95% IC]

vaccinazion

 

N=76

 

 

 

ne

 

 

 

e

 

[95% IC]

 

 

 

N=37

 

 

 

N=37

 

 

 

 

 

[95% IC]

 

 

[95% IC]

 

 

Tasso di

100%

 

100%

 

100%

100%

97,5%

96,1%

sieroprotezion

[94,0;100]

 

[90,5;100]

[93,9;100]

[90,5;100]

[92,9;99,5]

[88,9;99,2]

e 1

Medicinale

 

 

 

 

 

 

Tasso di

98,3%

 

100%

 

98,3%

100%

95,0%

96,1%

sieroconversio

[91,1;100]

[90,5;100]

[90,9;100]

[90,5;100]

[89,4;98,1]

[88,9;99,2]

ne 2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fattore di

38,1

 

47,0

 

 

72,9

113,3

42,15

50,73

sieroconversio

 

 

 

 

 

 

 

[33,43;53,16]

[37,84;68,02]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Risposta immunitaria ad un vaccino con AS03 contenente HA derivata dal ceppo H1N1v prodotto utilizzando un processo differente

In due studi clinici (D-Pan H1N1-007 e D-Pan H1N1-008) che hanno valutato l’immunogenicità in soggetti sani di età da 18 a 60 anni, le risposte anticorpali anti-HA sono state le seguenti:

Lo studio D-Pan H1N1-008 ha valutato l’immunogenicità in soggetti sani (N=120) di età >60 anni (stratificati in fasce da 61 a 70 anni, 71 a 80 anni e >80 anni di età). Le risposte anticorpali anti-HA, 21 giorni dopo una prima dose, sono state le seguenti:

Anticorpi anti-

Risposta immunitaria ad A/California/7/2009 (H1N1)v-equivalente

HA

 

 

 

 

 

 

 

61-70 anni

71-80 anni

>80 anni

 

Soggetti

Soggetti

Soggetti

Soggetti

Soggetti

Soggetti

 

arruolati

sieronegativi

arruolati

sieronegativi

arruolati

sieronegativi

 

totali

prima della

totali

prima della

totali

prima della

 

N=75

vaccinazione

N=40

vaccinazione

N=5

vaccinazione

 

[95% IC]

N=43

[95% IC]

N=23

[95% IC]

N=3

 

 

[95% IC]

 

[95% IC]

 

[95% IC]

Tasso di

88,0%

81,4%

87,5%

82,6%

80,0%

66,7%

sieroprotezione1

[78,4;94,4]

[66,6;91,6]

[73,2;95,8]

[61,2;95,0]

[28,4;99,5]

[9,4;99,2]

Tasso di

80,0%

81,4%

77,5%

82,6%

80,0%

66,7%

sieroconversione2

[69,2;88,4]

[66,6;91,6]

[61,5;89,2]

[61,2;95,0]

[28,4;99,5

[9,4;99,2]

Fattore di

13,5

20,3

13,5

20,67

18,4

17,95

sieroconversione3

[10,3;17,7]

[13,94;28,78]

[8,6;21,1]

[11,58;36,88]

[4,3;78,1]

[0,55;582,25]

1tasso di sieroprotezione: quota di soggetti con titolo di inibizione dell’emoagglutinazione (HI:

 

 

 

autorizzato

 

haemagglutination inhibition) ≥1:40;

2tasso di sieroconversione: quota di soggetti che erano o sieronegativi alla pre-vaccinazione e con un titolo protettivo post-vaccinazione ≥1:40, oppure sieropositivi alla pre-vaccinazione e con un incremento del titolo di 4 volte;

3fattore di sieroconversione: rapporto tra la media geometrica dei titoli post-vaccinazione (GMT) e la media geometrica dei titoli pre-vaccinazione GMT.

Bambini di età tra i 10 e i 17 anni

non

più

 

 

 

Due studi clinici hanno valutato l’immunogenicità di mezza dose (0,25 ml) e di una dose intera da

adulto (0,5 ml) in bambini sani tra i 10 e i 17 anni di età. Le risposte anticorpali anti-HA 21 giorni dopo la prima dose sono state le seguenti:

Anticorpi anti-

Risposta immunitaria ad A/California/7/2009 (H1N1)v-equivalente

HA

 

 

 

 

 

Metà dose

Dose Intera

 

Soggetti

Soggetti

Soggetti arruolati

Soggetti

 

arruolati totali

sieronegativi

totali

sieronegativi prima

 

N=58

prima della

N=97

della vaccinazione

 

Medicinale

vaccinazione

[95% IC]

N=61

 

[95% IC]

 

 

N=38

 

[95% IC]

 

 

[95% IC]

 

 

Tasso di

98,3%

97,4%

100%

100%

sieroprotezione1

[90,8;100]

[86,2;99,9]

[96,3;100]

[94,1;100]

Tasso di

96,6%

97,4%

96,9%

100%

sieroconversion

[88,1;99,6]

[86,2;99,9]

[94,1;100]

[91,2;99,4]

e2

 

 

 

Fattore di

46,7

67,0

69,0

95,8

sieroconversion

[34,8;62,5]

[49,1;91,3]

[78,0;117,7]

[52,9;68,4]

e3

 

 

 

1tasso di sieroprotezione: quota di soggetti con titolo di inibizione dell’emoagglutinazione (HI: haemagglutination inhibition) ≥1:40;

2tasso di sieroconversione: quota di soggetti che erano o sieronegativi alla pre-vaccinazione e con un titolo protettivo post-vaccinazione ≥1:40, oppure sieropositivi alla pre-vaccinazione e con un incremento del titolo di 4 volte;

3fattore di sieroconversione: rapporto tra la media geometrica dei titoli post-vaccinazione (GMT) e la media geometrica dei titoli pre-vaccinazione GMT.

Bambini di età tra i 3 e i 9 anni

In uno studio clinico nel quale bambini di età tra i 3 e i 9 anni hanno ricevuto metà dose da adulto (0,25ml) di vaccino adiuvato con AS03 contenente 3,75 µg HA derivato da A/California/7/2009 (H1N1)v equivalente,le risposte anticorpali anti-HA 21 giorni dopo la prima dose sono state le seguenti:

Anticorpi anti-

 

 

 

 

Risposta immunitaria ad A/California/7/2009 (H1N1)v-equivalente

HA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

3-5 anni

 

 

 

 

 

 

 

 

6-9 anni

 

 

 

Soggetti

Soggetti sieronegativi prima

 

Soggetti arruolati

 

 

Soggetti

 

 

 

arruolati

della vaccinazione

 

 

 

totali

 

 

sieronegativi prima

 

 

 

totali

 

 

N=27

 

 

 

 

N=30

 

 

 

della vaccinazione

 

 

 

N=30

 

 

[95% IC]

 

 

 

 

[95% IC]

 

 

N=29

 

 

 

[95% IC]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[95% IC]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tasso di

 

100%

 

100%

 

 

 

100%

 

 

100%

sieroprotezio

 

[88,4;100]

 

[87,2;100]

 

 

 

[88,4;100]

 

[88,1;100]

ne1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tasso di

 

100%

 

100%

 

 

 

100%

 

 

100%

sieroconvers

 

[88,4;100]

 

[87,2;100]

 

 

 

[88,4;100]

 

[88,1;100]

ione2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fattore di

 

32,4

 

36,.4

 

 

 

36,3

 

 

37,4

sieroconvers

 

[25,4;41,2]

 

[29,1;45,4]

autorizzato[28,0;47,2]

 

[28,7;48,7]

ione3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1tasso di sieroprotezione: quota di soggetti con titolo di inibizione dell’emoagglutinazione (HI:

haemagglutination inhibition) ≥1:40;

 

 

più

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

2tasso di sieroconversione: quota di soggetti che erano o sieronegativi alla pre-vaccinazione e con un

 

 

 

 

 

 

 

non

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

titolo protettivo post-vaccinazione ≥1:40, oppure sieropositivi alla pre-vaccinazione e con un

 

 

 

incremento del titolo

4 volte;

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

3fattore di sieroconversione: rapporto tra la media geometrica dei titoli post-vaccinazione (GMT) e la

media geometrica dei titoli pre-vaccinazione GMT.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bambini di età tra i 6

35 mesi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

In uno studio clinico

bambini sani tra

6 e i 35 mesi (stratificati in fasce dai 6 agli 11 mesi, dai 12 ai

23 mesi, e dai 24 ai 35Medicinalemesi età), risposte anticorpali anti-HA 21 giorni dopo una prima e una

seconda mezza dose da adulto (cioè. 0,25 ml) sono state le seguenti:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Anticorpi anti-

 

 

Risposta immunitaria ad A/California/7/2009 (H1N1)v-equivalente

HA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

6-11 mesi

 

 

12-23 mesi4

 

24-35 mesi4

 

 

 

 

Dopo la

Dopo la

 

Dopo la 1a

 

Dopo la

 

Dopo la

 

Dopo la

 

Dopo la

 

 

 

 

1a dose

2a dose

 

dose

 

1a dose

 

2a dose

 

1a dose

 

2a dose

 

 

 

 

Soggetti

arruolati

 

Soggetti

 

Soggetti

arruolati

 

Soggetti

arruolati

 

 

 

 

 

totali

 

sieronegativ

 

 

totali

 

 

totali

 

 

 

 

 

[95% IC]

 

i prima

 

 

[95% IC]

 

[95% IC]

 

 

 

 

 

 

 

 

della

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

vaccinazion

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

e

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

[95% IC]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

N=17

N=17

 

N=14

 

N=17

 

N=16

 

N=16

 

N=17

 

Tasso di

 

 

100%

100%

 

100%

 

100%

 

100%

 

100%

 

 

100%

 

sieroprotezione1

 

[80,5;100]

[80,5;

 

[76,8;100]

 

[80,5;100]

 

[79,4;

 

[79,4;10

 

[80,5;

 

 

 

100]

 

 

100]

0]

100]

 

 

 

 

 

 

 

 

Tasso di

94,1%

100%

100%

100%

100%

100%

100%

sieroconversione2

[71,3;99,9

[80,5;

[76,8;100]

[80,5;100]

[79,4;

[79,4;10

[80,5;

 

]

100]

 

 

100]

0]

100]

 

 

 

 

 

 

 

 

Fattore di

44,4

221,9

70,67

76,9

378,0

53,8

409,1

sieroconversione3

[24,1;81,5

[102,6;

[51,91;96,20

[55,7;106,1

[282,0;

[40,7;71

[320,7;

 

]

480,2]

]

]

506,7]

,1]

521,9]

1tasso di sieroprotezione: quota di soggetti con titolo di inibizione dell’emoagglutinazione (HI: haemagglutination inhibition) ≥1:40;

2tasso di sieroconversione: quota di soggetti che erano o sieronegativi alla pre-vaccinazione e con un titolo protettivo post-vaccinazione ≥1:40, oppure sieropositivi alla pre-vaccinazione e con un incremento del titolo di 4 volte;

3fattore di sieroconversione: rapporto tra la media geometrica dei titoli post-vaccinazione (GMT) e la media geometrica dei titoli pre-vaccinazione GMT.

4Tutti soggetti sieronegativi prima della vaccinazione.

La rilevanza clinica del titolo di inibizione dell’emoagglutinazione (HI) 1:40 nei bambini non è nota.

A/Indonesia/05/2005 (H5N1):

autorizzato

Una analisi di un sottogruppo di 36 soggetti con età compresa tra 6 e 35 mesi ha mostrato che

l’80,6% ha avuto un incremento di 4 volte negli anticorpi neutralizzanti il siero, 21 giorni dopo la prima dose (66,7% nei 12 soggetti con età tra i 6 e gli 11 mesi, 91,7% nei 12 soggetti con età compresa tra i 12 e 23 mesi e 83,3% nei 12 soggetti di età compresa tra 24 e 35 mesi).

Risposta immunitaria ad una versione di Arepanrix contenente 3,75 µg di HA derivata dal ceppo

 

 

 

 

più

 

 

Tre studi clinici hanno valutato l’immunogenicità di una versione di Arepanrix contenente 3,75 µg di

 

 

 

non

 

 

 

HA derivata dal ceppo A/Indonesia/05/2005 (H5N1) in soggetti dall’età di 18 anni ed oltre seguendo

una schedula a 0, 21 giorni.

 

 

 

 

 

 

Medicinale

 

 

 

 

In uno studio di consistenza,

risposte anticorpali anti-emoagglutinina (anti-HA) ventun giorni e sei

mesi dopo la seconda dose erano seguenti:

 

 

 

Anticorpi anti-HA

 

Risposta immunitaria al ceppo A/Indonesia/5/2005

 

 

18-60 anni

 

 

>60 anni

 

 

Giorno 42

Giorno 180

Giorno 42

Giorno 180

 

 

N=1.488

 

N=353

N=479

N=104

Tasso di

 

91%

 

62%

76,8%

63,5%

sieroprotezione1

 

 

 

 

 

 

Tasso di

 

91%

 

62%

76,4%

62,5%

sieroconversione2

 

 

 

 

 

 

Fattore di

 

51,4

 

7,4

17,2

7,8

sieroconversione3

 

 

 

 

 

 

1tasso di sieroprotezione (cioè quota di soggetti con titolo HI ≥1:40);

2tasso di sieroconversione (cioè quota di soggetti che erano o sieronegativi alla pre-vaccinazione e con un titolo protettivo post-vaccinazione ≥1:40, oppure sieropositivi alla pre-vaccinazione e con un incremento del titolo di 4 volte);

3fattore di sieroconversione (cioè rapporto tra la GMT post-vaccinazione e la GMT pre-vaccinazione)

Ventun giorni dopo la seconda dose, un incremento pari a 4 volte negli anticorpi sierici neutralizzanti contro il ceppo A/Indonesia/5/2005 era stato raggiunto nel 94,4% dei soggetti di età tra i 18 e i 60 anni e nell’80,4% dei soggetti con età superiore ai 60 anni.

In un altro studio clinico , le risposte anticorpali anti-emoagglutinina (anti-HA) in soggetti di età dai 18 ai 64 anni erano le seguenti:

Anticorpi anti-HA

Risposta immunitaria al ceppo A/Indonesia/5/2005

 

Giorno 21

Giorno 42

Giorno 180

 

N=145

N=145

N=141

Tasso di sieroprotezione1

42,1%

97,2%

54,6%

Tasso di sieroconversione2

42,1%

97,2%

54,6%

Fattore di sieroconversione3

4,5

92,9

5,6

1tasso di sieroprotezione (cioè quota di soggetti con titolo HI ≥1:40);

2tasso di sieroconversione (cioè quota di soggetti che erano o sieronegativi alla pre-vaccinazione e con un titolo protettivo post-vaccinazione ≥1:40, oppure sieropositivi alla pre-vaccinazione e con un incremento del titolo di 4 volte);

3fattore di sieroconversione (cioè rapporto tra la GMT post-vaccinazione e la GMT pre-vaccinazione)

Un incremento pari a 4 volte dei titoli degli anticorpi sierici neutralizzanti contro il ceppo A/Indonesia/5/2005 era stato raggiunto nel 76,6% dei soggetti al giorno 21, nel 97,9% al giorno 42 e nel 91,5% al giorno 180.

In uno studio di consistenza, un incremento pari a 4 volte negli anticorpi sierici neutralizzanti contro il ceppo A/Vietnam/1194/2004 era stato raggiunto al giorno 42 nel 65,5% dei soggetti di età tra i 18 e i 60 anni e nel 24,1% dei soggetti con età superiore ai 60 anni.

Risposte immunitarie a reattività crociata fornite da una versioneautorizzatodi Arepanrix contenente 3,75 µg di HA derivata dal ceppo A/Indonesia/05/2005 (H5N1):

In un altro studio clinico, le risposte anti-HA contro il ceppo A/Vietnam/1194/2004 a seguito della somministrazione di una versione di Arepanrix contenente 3,75 µg di HA derivata dal ceppo

A/Indonesia/05/2005 (H5N1) erano le seguenti:

più

 

 

 

 

 

 

Anticorpi anti-HA

Risposta immunitaria al ceppo A/Vietnam/1194/2004

 

Giorno 21

 

Giorno 42

Giorno 180

 

N=145

non

 

N=145

N=141

 

 

 

Tasso di

15,2%

 

 

64,1%

10,6%

sieroprotezione 1

 

 

 

 

 

Tasso di

13,1%

 

 

62,1%

9,2%

sieroconversione2

 

 

 

 

 

Fattore di

1,9

 

 

7,6

1,7

sieroconversione3

Medicinale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

tasso di sieroprotezione (cioè quota di soggetti con titolo HI ≥1:40);

2tasso di sieroconversione (cioè quota di soggetti che erano o sieronegativi alla pre-vaccinazione e con un titolo protettivo post-vaccinazione ≥1:40, oppure sieropositivi alla pre-vaccinazione e con un incremento del titolo di 4 volte);

3fattore di sieroconversione (cioè rapporto tra la GMT post-vaccinazione e la GMT pre-vaccinazione)

Un incremento pari a 4 volte negli anticorpi sierici neutralizzanti contro il ceppo A/Vietnam/1194/2004 era stato raggiunto nel 44,7% dei soggetti al giorno 21, nel 53,2% al giorno 42 e nel 38,3% al giorno 180.

Informazioni dagli studi non-clinici:

È stata valutata non clinicamente la capacità del vaccino di indurre una protezione contro i ceppi vaccinali omologhi ed eterologhi con il ceppo A/Indonesia/05/05 (H5N1) impiegando un modello basato sull’esposizione all’infezione dei furetti.

-Modello con un ceppo pandemico H5N1 omologo (A/Indonesia/5/05)

Non pertinente.

In questo esperimento di protezione, i furetti (sei furetti/gruppo) sono stati immunizzati per via intramuscolare con il vaccino candidato contenente tre differenti dosi di antigeni H5N1 (7,5; 3,8 e 1,9 µg di antigene HA) adiuvati con una dose standard o metà dose di AS03.

I gruppi di controllo comprendevano furetti immunizzati con il solo adiuvante e con il vaccino non adiuvato (7,5 microgrammi di HA).

I furetti immunizzati con il vaccino per l’influenza H5N1 non adiuvato non risultavano protetti contro la morte e mostravano cariche virali al polmone e gradi di diffusioni virali nel tratto respiratorio superiore simili a quelle mostrate dai furetti immunizzati con il solo adiuvante. Viceversa la combinazione di una gamma di dosi di antigene H5N1 con adiuvante AS03 era in grado di proteggere contro la mortalità e di ridurre le cariche virali al polmone e le diffusioni virali dopo il modello intra- tracheale con un virus omologo ceppo selvaggio H5N1. I test sierologici hanno indicato una correlazione diretta tra i vaccini che inducono HI e i titoli anticorpali neutralizzanti negli animali protetti in confronto ai controlli con antigeni e adiuvanti.

-Modello con un ceppo pandemico H5N1 eterologo (A/Hong Kong/156/97)

In questo esperimento di protezione, i furetti (sei furetti/gruppo) sono stati immunizzati per via

intramuscolare con il vaccino candidato contenente quattro dosi differenti di antigene H5N1 (3,75; 1,5; 0,6 e 0,24 µg di antigene HA) adiuvati con metà dose di AS03.autorizzatoIn aggiunta, un gruppo di sei furetti è stato immunizzato con un vaccino candidato contenente 3,75 µg di H5N1 + una dose completa di

AS03 e un gruppo di controllo che includeva furetti immunizzati con un vaccino non adiuvato (3,75 microgrammi di HA). I risultati di questo modello eterologo indicano una protezione del 80,7%-100% in tutti i vaccini candidati adiuvati in confronto ad una protezione del 43% con un vaccino non adiuvato, dimostrando il beneficio dell’utilizzo dell’adiuvante AS03.

5.2 Proprietà farmacocinetiche

più

5.3 Dati preclinici di sicurezza

non

Medicinale

I dati non clinici ottenuti con una versione di Arepanrix contenente 3,75 µg di HA derivato dal ceppo

A/Indonesia/05/2005 (H5N1) non rivelano un rischio particolare per l’essere umano sulla base di studi convenzionali di safety pharmacology, tossicità acuta e per dosi ripetute, tollerabilità locale, fertilità femminile, tossicità embrio-fetale post-natale (fino alla fine del periodo di allattamento).

6. INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

6.1 Elenco degli eccipienti

Flaconcino contenente la sospensione:

Tiomersale

Sodio cloruro (NaCl)

Sodio fosfato bibasico (Na2HPO4)

Potassio fosfato monobasico (KH2PO4)

Potassio cloruro (KCl)

Acqua per preparazioni iniettabili

Flaconcino contenente l’emulsione:

Sodio cloruro (NaCl)

Sodio fosfato bibasico (Na2HPO4)

Potassio fosfato monobasico (KH2PO4)

Potassio cloruro (KCl)

Acqua per preparazioni iniettabili

Per gli adiuvanti, vedere paragrafo 2.

6.2 Incompatibilità

In assenza di studi di compatibilità, questo medicinale non deve essere miscelato con altri prodotti.

6.3 Periodo di validità

12 mesi.

Dopo la miscelazione, il vaccino deve essere utilizzato entro 24 ore. La stabilità chimica e fisica in uso è stata dimostrata per 24 ore a 25°C.

6.4 Precauzioni particolari per la conservazione

Conservare in frigorifero (2°C – 8°C). Non congelare.

Conservare nella confezione originale per proteggere il medicinale dalla luce.

6.5 Natura e contenuto del contenitore

Una confezione contiene:

autorizzato

 

-

una confezione di 50 flaconcini (vetro tipo I) di 2,5 ml di sospensione con un tappo (gomma

 

butilica).

 

-

due confezioni di 25 flaconcini (vetro tipo I) di 2,5 ml di emulsione con un tappo (gomma

 

butilica).

 

Dopo la miscelazione di 1 flaconcino di sospensione (2,5 ml) con 1 flaconcino di emulsione (2,5 ml) il

volume corrisponde a 10 dosi di vaccino (5 ml).

più

 

 

 

 

non

 

6.6 Precauzioni particolari per lo smaltimento e la manipolazione

Arepanrix è costituito da due contenitori:

 

 

 

Medicinale

 

 

Sospensione: flaconcino multidose contenente l’antigene,

Emulsione: flaconcino multidose contenente l’adiuvante.

Prima della somministrazione,

due componenti devono essere miscelati.

Istruzioni per la miscelazione

la somministrazione del vaccino:

1.

Prima di miscelare due componenti, l’emulsione (adiuvante) e la sospensione (antigene)

 

devono raggiungere la temperatura ambiente. Si possono osservare sedimenti biancastri nel

 

flaconcino di sospensione; questi sedimenti sono parte dell’aspetto fisico normale della

 

sospensione. L’emulsione si presenta con un aspetto biancastro.

2.Ciascun flaconcino deve essere agitato e ispezionato visivamente per verificare l’assenza di qualsiasi particella estranea (diverse dai sedimenti bianchi sopra descritti) e/o aspetto fisico anormale. Nel caso in cui si riscontri una qualsiasi di tali anomalie (compresa la presenza di particelle di gomma provvenienti dal tappo), scartare il vaccino.

3.Il vaccino si miscela prelevando con una siringa l’intero contenuto del flaconcino contenente l’adiuvante e aggiungendolo al flaconcino contenente l’antigene.

4.Dopo aver aggiunto l’adiuvante all’antigene, la miscela deve essere ben agitata. Il vaccino miscelato è un’emulsione biancastra. Nel caso che si osservino altre variazioni, scartare il vaccino.

5.Il volume del flaconcino di Arepanrix dopo la miscelazione è di almeno 5 ml. Il vaccino deve essere somministrato secondo la posologia raccomandata (vedere paragrafo 4.2).

6.Il flaconcino deve essere agitato prima di ogni somministrazione e ispezionato visivamente per verificare l’assenza di qualsiasi particella estranea e/o aspetto fisico anormale. Nel caso in cui si

riscontri una qualsiasi di tali anomalie (compresa la presenza di particelle di gomma provvenienti dal tappo), scartare il vaccino.

7.Ogni dose di vaccino di 0,5 ml (dose piena) o di 0,25 ml (mezza dose) viene prelevata con una siringa per iniezione e somministrata per via intramuscolare.

8.Dopo la miscelazione, impiegare il vaccino entro 24 ore. Il vaccino miscelato può essere conservato sia in frigorifero (2°C - 8°C) sia ad una temperatura ambiente non superiore a 25°C. Se il vaccino miscelato viene conservato in frigorifero, deve raggiungere la temperatura ambiente prima di ciascun prelievo.

Il medicinale non utilizzato ed i rifiuti derivati da tale medicinale devono essere smaltiti in conformità alla normativa locale vigente.

7. TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO

GlaxoSmithKline Biologicals s.a. rue de l’Institut 89

B-1330 Rixensart, Belgio

8.NUMERO(I) DELL’AUTORIZZAZIONE ALL’IMMISSIONEautorizzatoIN COMMERCIO

DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL’AUTORIZZAZIONE9.Data della prima autorizzazione: 23/03/2010

EU/1/10/624/001

non

più

 

 

 

10. DATA DI REVISIONE DEL TESTO

Informazioni più dettagliateMedicinalesu questo medicinale sono disponibili sul sito web della Agenzia Europea dei Medicinali (EMEA): http://www.emea.europa.eu/

A. PRODUTTORE DEL PRINCIPIO ATTIVO

autorizzatoBIOLOGICO E

TITOLARE DELL’AUTORIZZAZIONE ALLA PRODUZIONE RESPONSABILE DEL RILASCIOpiùDEI LOTTI

B. CONDIZIONI DELL’AUTORIZZAZIONE

non ALL’IMMISSIONE

IN COMMERCIO

C. OBBLIGHI

MedicinaleSPECIFICI PER IL TITOLARE

DELL’AUTORIZZAZIONE ALL’IMMISSIONE IN COMMERCIO

A. PRODUTTORE DEL PRINCIPIO ATTIVO BIOLOGICO E TITOLARE DELL’AUTORIZZAZIONE ALLA PRODUZIONE RESPONSABILE DEL RILASCIO DEI LOTTI

Nome ed indirizzo del produttore del principio attivo biologico

IB Biomedical Corporation of Quebec doing business as GlaxoSmithKline Biologicals North America

2323 du parc Technologique Blvd. Saint-Foy, Quebec,

Canada G1P 4R8

Nome ed indirizzo del produttore responsabile del rilascio dei lotti

GlaxoSmithKline Biologicals S.A. 89, rue de l’Institut

B-1330 Rixensart

B. CONDIZIONI DELL’AUTORIZZAZIONE ALL’IMMISSIONEautorizzatoIN COMMERCIOBelgio

CONDIZIONI O LIMITAZIONI DI FORNITURA E DI UTILIZZAZIONE IMPOSTE AL TITOLARE DELL’AUTORIZZAZIONE ALL’IMMISSIONE IN COMMERCIO

Medicinale soggetto a prescrizione medica.

Arepanrix può essere commercializzato soltanto in presenza di una dichiarazione ufficiale da parte di

non

più

OMS/UE di pandemia influenzale, alla condizione che il titolare dell’autorizzazione all’immissione in commercio per Arepanrix tenga in giusta considerazione il ceppo virale dichiarato ufficialmente pandemico.

CONDIZIONI O RESTRIZIONI PER QUANTO RIGUARDA L'USO SICURO ED EFFICACE DEL MEDICINALE

Il Richiedente/Titolare dell’Autorizzazione all’Immissione in Commercio concorderà con gliMedicinale

Stati Membri le misure per facilitare l’identificazione e la tracciabilità del vaccino pandemico A/H1N1 somministrato ciascun paziente, in modo da minimizzare gli errori medici ed aiutare i pazienti ed i professionisti sanitari a riportare le reazioni avverse. Il Titolare dell’Autorizzazione all’Immissione in Commercio deve controllare per quanto riguarda il layout la possibile confusione con altri vaccini pandemici forniti in EU.

Il Richiedente/Titolare dell’Autorizzazione all’Immissione in Commercio concorderà con gli Stati Membri meccanismi per consentire ai pazienti ed ai professionisti sanitari di avere un accesso continuo alle informazioni aggiornate riguardo Arepanrix.

Il Richiedente/Titolare dell’Autorizzazione all’Immissione in Commercio concorderà con gli Stati Membri la fornitura di una comunicazione indirizzata ai professionisti sanitari che deve trattare i seguenti argomenti:

La modalità corretta per preparare il vaccino prima della somministrazione.

Gli eventi avversi che devono essere segnalati con priorità, cioè le reazioni avverse fatali e che comportano rischio di vita, le reazioni avverse inattese gravi, gli eventi avversi di particolare interesse (AESI).

Gli elementi relativi ai dati minimi da trasmettere nei rapporti di sicurezza sul caso individuale, in modo da facilitare la valutazione e l’identificazione del vaccino somministrato a ciascun soggetto, compresi la denominazione di fantasia, il produttore del vaccino ed il numero del lotto.

Come riportare le reazioni avverse, se è stato posto in essere uno specifico sistema di notifica.

ALTRE CONDIZIONI

Rilascio ufficiale dei lotti: in conformità all'articolo 114 della direttiva 2001/83/EC e successive modifiche, il rilascio ufficiale dei lotti di fabbricazione deve essere effettuato da un laboratorio di Stato o da un laboratorio appositamente designato.

Sistema di farmacovigilanza

Il Titolare dell’Autorizzazione all’Immissione in Commercio deve garantire che il sistema di farmacovigilanza, come descritto nella versione 3,05 (datata settembre 2009) presentata nel Modulo 1.8.1 della domanda di autorizzazione all’immissione in commercio, esista e sia operativo prima che il prodotto sia posto in commercio e per tutto il tempo in cui il medicinale commercializzato rimane in uso.

Presentazione dello PSUR durante la pandemia influenzale:

Durante una situazione pandemica, la frequenza della presentazione dei rapporti periodici di aggiornamento sulla sicurezza secondo quanto specificato nell’articolo 24 del Regolamento (EC) No

726/2004, non sarà adeguata al monitoraggio della sicurezza di un vaccino pandemico per il quale

sono attesi alti livelli di esposizione in un periodo di tempoautorizzatomolto breve: questa situazione richiede una

rapida comunicazione delle informazioni di sicurezza che, in caso di pandemia, possono avere la

maggior rilevanza nella valutazione del rapporto rischio/beneficio. Una rapida analisi di tutte le

 

più

informazioni di sicurezza, alla luce dell’ampiezza dell’esposizione, sarà di fondamentale importanza

per le decisioni regolatorie e per la protezione della popolazione da vaccinare. Il Titolare

non

 

the Risk Management Plan to be submitted with the Marketing Authorisation Application for a Pandemic Influenza Vaccine “ (EMEA/359381/2009) ed ogni suo successivo aggiornamento.

dell’Autorizzazione all’Immissione in Commercio deve presentare con cadenza mensile un rapporto periodico di aggiornamentoMedicinalesulla sicurezza semplificato, secondo la tempistica, con un formato ed un contenuto definiti nel documento “CHMP Recommendations for the Pharmacovigilance Plan as part of

Piano di gestione del rischio

Il Titolare dell’Autorizzazione all’Immissione in Commercio si impegna ad effettuare gli studi e le ulteriori attività di farmacovigilanza descritte nel Piano di Farmacovigilanza, come concordato nella versione 4 (datata Gennaio 2010) del Piano di Gestione del Rischio (RMP, Risk Management Plan) incluso nel modulo 1.8.2 della domanda di autorizzazione all’immissione in commercio e qualsiasi successivo aggiornamento del RMP concordato con il CHMP.

C.OBBLIGHI SPECIFICI PER IL TITOLARE DELL’AUTORIZZAZIONE ALL’IMMISSIONE IN COMMERCIO

Il Richiedente/Titolare dell’Autorizzazione all’Immissione in Commercio deve completare entro i tempi stabiliti il seguente programma di studi, i cui risultati formeranno la base del riesame continuo del rapporto rischio/beneficio.

Area

Descrizione

Data di scadenza

 

 

 

Qualità

Il richiedente/Titolare dell’Autorizzazione all’Immissione

31-Gennaio-2010

 

in Commercio si impegna a non rilasciare lotti preparati

 

 

utilizzando una formulazione estesa/processo di

 

 

riempimento fino a quando i relativi dati validati siano

 

 

stati presentati e approvati (RR#7Q5)

 

Qualità

Il Richiedente/ Titolare dell’Autorizzazione

26-Febbraio 2010

 

all’Immissione in Commercio si impegna a definire una

 

 

diminuzione massima del 20% del contenuto di HA per la

 

 

sostanza attiva e ad effettuare una revisione quando i dati

 

 

per H1N1 saranno disponibili

 

 

 

(Derivano da Q1 RR#13)

 

 

Clinica

Il richiedente/ Titolare dell’Autorizzazione

 

 

all’Immissione in Commercio si impegna a fornire report

 

 

in forma abbreviata per lo studio seguente effettuato nei

 

 

bambini

 

 

 

 

 

Studio Q-Pan H1N1-003 (6 mesi-8 anni, definizione della

 

 

dose

 

 

 

 

 

 

-

Report in forma abbreviata ”post dose 1,

 

 

 

 

prima scadenza”(dati immunologici, e

05 Marzo 2010

 

 

 

sintomi sollecitati e non sollecitati, eventi

 

 

 

 

avversi gravi (SAEs))

 

 

 

-

Report in forma abbreviata “post dose 2,

04 Giugno 2010

 

 

 

prima e seconda scadenza ”(dati

 

 

 

 

immunologici, e sintomi sollecitati e non

 

 

 

 

sollecitati, eventi avversi gravi (SAEs))

 

 

 

 

Clinica

Il richiedente/ Titolare dell’Autorizzazione

 

 

all’Immissione in Commercio si impegnaautorizzatofornire un

30 Aprile 2010

 

report riassuntivo

per il seguente sudio eseguito in adulti:

 

 

Studio Q-Pan H1N1-001 report riassuntivo post dose 1 e

 

 

 

 

 

 

più

 

 

post dose 2( ≥18 anni, definizione della dose, vaccino

 

 

adiuvato verso non adiuvato)

 

 

 

 

 

 

non

 

 

Clinica

Il richiedente/ Titolare dell’Autorizzazione

 

 

all’Immissione

Commercio si impegna a fornire un

 

 

report riassuntivo

per il seguente sudio eseguito in adulti:

 

 

Studio Q-Pan H1N1-019 (18-60 anni, effetto TIV e co-

 

 

somministraizone)

 

 

 

-

rapporto riassuntivo post dose 3 (immunologia e

04 Giugno 2010

 

Medicinalesintomi sollecitati non sollecitati, eventi avversi gravi (

 

 

SAEs))

 

 

 

 

Clinica

Il richiedente/ Titolare dell’Autorizzazione

 

 

all’Immissione in Commercio si impegna a fornire un

 

 

report riassuntivo

per il seguente sudio eseguito in

 

 

bambini

 

 

 

 

 

Studio Q-Pan H1N1-031 (9-17 anni, sicurezza e

04 Giugno 2010

 

immunogenecità)

 

 

 

 

-

rapporto riassuntivo post dose 1 & post dose 2

 

 

(immunologia e sintomi sollecitati e non sollecitati, eventi

 

 

avversi gravi ( SAEs))

 

 

Clinica

Il richiedente/ Titolare dell’Autorizzazione

08 Luglio 2010 (In

 

all’Immissione in Commercio si impegna a fornire un

 

report riassuntivo

per il seguente sudio eseguito in

relazione a

 

bambini

 

 

 

arruolamento dei

 

Study Q-Pan H1N1-032 (2-5 mesi, sicurezza e

soggetti e

 

immunogenecità)

 

 

disponibilatà dei

 

-

rapporto riassuntivo post dose 1 & post dose 2

dati)

 

(immunologia e sintomi sollecitati e non sollecitati, eventi

 

 

avversi gravi ( SAEs))

 

 

 

 

Farmacovigilanza

Il richiedente/ Titolare dell’Autorizzazione

 

Pianificazione

 

all’Immissione in Commercio dovrà realizzare uno studio

temporale descritta

 

di coorte prospettico e uno retrospettivo di sicurezza con

nel RMP

 

Arepanrix, in almeno 9.000 pazientisecondo i protocolli

Coorte prospettica:

 

depositati con il piano di gestione del rischio (Risk

 

Management Plan)(RMP). I risultati ad interim e quelli

iniziata il 23.10.09;

 

finali saranno depositati la settimana successiva alla loro

primi endpoints

 

disponibiltà.

 

 

 

disponibili in Feb

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Coorte retrospettiva:

 

 

 

 

 

deve essere iniziata

 

 

 

 

 

in Feb 2010; analisi

 

 

 

 

 

preliminare in aprile

Farmacovigilanza

Il richiedente/ Titolare dell’Autorizzazione

 

 

 

all’Immissione in Commercio si impegna a

fornire i

I risultati, incluse

 

risultati di uno studio relativo al registro gravidanze

tutte le analisi

 

condotto con Arepanrix

 

 

 

preliminari, devono

 

 

 

 

 

essere forniti nello

 

 

 

 

 

PSUR (semplificato)

Farmacovigilanza

Il richiedente/ Titolare dell’Autorizzazione

 

Risultati devono

 

all’Immissione in Commercio si impegna

portare

essere forniti una

 

termine uno studio di “Effectiveness” con Arepanrix in

settimana dopo che

 

corso e di fornire i risultati una settimana dopo che si

si siano resi

 

siano resi disponibili

 

autorizzato

disponibili.

 

 

più

Studio iniziato

 

 

 

 

 

non

 

 

nell’Ottobre 2009;

 

 

 

Rapporto finale

 

 

 

 

 

 

 

 

atteso nell’Aprile

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Farmacovigilanza

Il richiedente/ Titolare dell’Autorizzazione

 

Lo stato di

 

all’Immissione Commercio si impegna a supportare

aggiornamento ed I

 

uno studio successivo all’autorizzazione in soggetti

risultati disponibili,

 

immunocompromessi (adulti con HIV) da condursi a cura

inclusa tutta l’analisi

 

del PCRN (Public Health Agency of Canada- Canadian

preliminare, deve

 

Institutes of Health Research Influenza Research

essere fornita nello

 

MedicinaleNetwork) fornire il risultato finale

 

PSUR (semplificato)

Farmacovigilanza

Il richiedente/ Titolare dell’Autorizzazione

 

Le caratteristiche e

 

all’Immissione in Commercio si impegna a definire i

la validità di queste

 

meccanismi per analizzare prontamente i problemi che

fonti viene

 

possano interessare il bilancio rischi-benefici del vaccino.

concordata con

 

Il Titolare dell’Autorizzazione all’Immissione in

EMEA entro un

 

mese dalla decisione

 

Commercio deve fornire un inventario di tutti i database

della commissione

 

rilevanti, disponibili per essere impiegati al fine di

che rilascia

 

analizzare prontamente problemi che interessino il

l’autorizzazione

 

bilancio rischio-beneficio del vaccino. Dovranno essere

all’immissione in

 

riportati i dettagli che riguardino i database ( Fonte dei

commercio in modo

 

dati, caratteristiche dei dati, analisi potenziali

da condurre studi

 

 

 

 

 

aggiuntivi per la

 

 

 

 

 

valutazione

 

 

 

 

 

emergente del

 

 

 

 

 

rischio-beneficio.

Commenti

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z
  • Aiuto
  • Get it on Google Play
  • Chi siamo
  • Info on site by:

  • Presented by RXed.eu

  • 27558

    Prescrizione farmaci elencati